BOLOGNA, CITTÀ INTELLIGENTE

«La riduzione dei tempi di attesa e dei costi della giustizia è un fattore di competitività e di sviluppo del territorio» – affermava nel 2016 Virginio Merola, Sindaco di Bologna, in occasione dell'uscita del rapporto annuale Smart City.
Il rapporto vedeva il capoluogo emiliano primeggiare tra i 116 capoluoghi di provincia presi in esame in Italia per quanto concerne lo sviluppo di politiche e servizi tesi a proporre un nuovo modello di città, più interconnessa, competitiva, sostenibile e al servizio del cittadino.
A favorire questo risultato sono stati molti fattori, tra cui la riorganizzazione, semplificazione e digitalizzazione dei processi e delle modalità operative del sistema Giustizia, già in atto a Bologna da diversi anni.
 

2012: UN PATTO CON LA CITTÀ

Risale infatti al dicembre del 2012 la sottoscrizione del cosiddetto Patto per la Giustizia del Comune di Bologna, che prevedeva una serie di iniziative volte a migliorare l'efficienza interna degli Uffici giudiziari e l'efficacia dei processi di interazione tra questi ultimi, la Pubblica Amministrazione e la cittadinanza.
Scopo dell'accordo – siglato da Uffici giudiziari, Enti locali, Università, Camera di Commercio, Ordini professionali e Associazioni di categoria – promuovere e realizzare progetti finalizzati a definire una riorganizzazione del sistema Giustizia in grado di rispondere ai requisiti di interconnettività, sostenibilità, numero e qualità dei servizi richiesti a una vera smart city.
 

2017: IL PATTO CON L'INTERA AREA METROPOLITANA

Visti gli ottimi risultati ottenuti da questa prima esperienza, il 10 luglio 2017 è stato sottoscritto il Patto per la Giustizia dell'Area Metropolitana di Bologna, un accordo che estende l'orizzonte operativo dei progetti precedenti a tutti i 55 comuni che compongono la Città Metropolitana di Bologna, oltre a definire nuove linee di intervento che coinvolgono nuovi soggetti, tra cui l’avvocatura distrettuale dello Stato, le Fondazioni bancarie e la Commissione Territoriale per l’Immigrazione.
Il nuovo Patto punta alla creazione di nuovi servizi di interoperabilità tra i diversi Uffici e a una gestione telematica delle procedure che comporti un miglioramento ulteriore dei servizi e dell’accessibilità dei cittadini al mondo Giustizia.
 

LA SOLUZIONE IDEALE PER IL TERRITORIO

La soluzione ideata da Net Service ha supportato il miglioramento della qualità dei servizi del Comune rivolti a cittadini, professionisti e imprese. Ha ridotto i tempi di lavorazione dei procedimenti e permesso alla Città e ai suoi cittadini un consistente risparmio.
Il progetto è stato valutato dal Ministero come buona pratica ed è valso al Comune di Bologna il Premio SMAU 2016 per l'Innovazione. Ed è sull'onda di tali risultati che si è arrivati alla sottoscrizione del Patto Metropolitano del 10 luglio 2017.


 

Per saperne di più:

Premio SMAU Powered by Powered by Astrea Digital Platform Guarda il video

Leggi gli altri casi di successo

Ti piacerebbe avere Giustizia Metropolitana®
nel tuo Comune?

Contattaci